Astea notizie
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Due grandi momenti di sport e un premio alla carriera. Ieri a Osimo ha vinto la sana competizione

OSIMO -  La domenica che inizia nel segno dello sport a Osimo con due importanti appuntamenti. Il primo nel ricordo di Michele Scarponi, il secondo con l’Apollino d’Oro giunto alla sua 18ma edizione. Atleti, sportivi, dirigenti, famiglie e appassionati si sono ritrovati per celebrare grandi momenti ed emozioni che nel corso 

dell’anno hanno portato a significativi risultati nazionali, regionale e internazionali alcune discipline sportive. 

Michele Scarponi è stato ricordato oltre che per la sua fantastica attività agonistica anche per l’esempio umano. La fondazione a lui intitolata curata dal fratello Marco che si batte per la sicurezza stradale ha voluto donare a tutti gi appassionati di sport un video che ricorda Michele e attraverso le immagini il valore più importante che lui trasmetteva a tutti esempio per  i tanti giovani presenti in sala, la sua umiltà.
Il racconto di Michele a cura di Marino Bartoletti, uno dei più noti giornalisti sportivi in Italia.
“Un ringraziamento speciale – ha sottolineato il sindaco Simone Pugnaloni nel suo intervento al teatro La Nuova Fenice -  all'asd Robur family ed alla sua Presidente Alessandra Gallo che in collaborazione con l'asd Club scherma Misericordia ed oggi l'asd Senza testa 5 torri è ben riuscita a coinvolgere tutti noi in una nuova edizione  di Mens sana in corpore sano".

E una giornata dedicata allo sport anche con  la 18ma edizione dell'Apollino d'Oro che oltre a premiare i protagonisti ha voluto dedicare un momento importante a chi racconta da giornalista. Un premio speciale alla carriera "Racconti di sport" a Stefano Rizzi, da 25 anni caporedattore della Meridiana.