Acquambiente marche
Marchio-Rebel-Sound-Italy

Cna Osimo "Ancora troppo presto per valutare quante imprese sono nate in città lo scorso anno"

L'associazione di categoria invita a confrontare i dati diffusi dal Comune con altri ancora in lavorazione

OSIMO – Il comune di Osimo ha reso pubblici i dati del SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive), dati positivi che però devono essere interpretati. I dati elaborati, infatti, riguardano le pratiche trattate dal SUAP, mentre i dati della natimortalità delle imprese sono quelli trattati dalla CCIAA delle Marche e indirettamente dalle associazioni di categoria.
E’ ancora presto per avere un dato sull’andamento delle imprese nella zona Sud di Ancona, ma dai primi dati che possiamo estrapolare ci risulta un numero di imprese nate in Osimo inferiore al dato comunicato (da una prima elaborazione risultano 132 
 aziende nate nel 2019). La divergenza risiede, probabilmente, nel fatto che il comune prende in considerazione anche le “non imprese”, cioè i B&B e gli hobbisti che non hanno partita IVA e quindi non sono considerate imprese.
“I nostri dati sono ancora parziali e quindi non possiamo dare giudizi sull’andamento del comune di Osimo in termini di natimortalità – commenta Andrea Cantori, segretario della CNA di Osimo – Nei prossimi giorni cercheremo di elaborare l’andamento di zona.
Per quanto riguarda il contributo ai dehors riproposto anche in questo 2020 riteniamo sia sicuramente un provvedimento positivo – conclude Cantori – che va incontro alle esigenze dei commercianti ”