Acquambiente marche
Marchio-Rebel-Sound-Italy

OSIMO STAZIONE/Partecipato il consiglio di quartiere dei giovani. Tante idee, proposte, iniziative. Manutenzione delle strutture sportive e un corso di sicurezza stradale

OSIMO – I giovani e giovanissimi sono arrivati al primo consiglio di quartiere che li ha chiamati a essere protagonisti ieri sera a Osimo Stazione. Erano presenti giovani liceali, universitari e non, una chiamata alla quale hanno voluto rispondere, un segno 
assai incoraggiante della volontà di sapere e essere coinvolti, operare per il bene della loro frazione, migliorare quanto non va.
Come si ricorderà l’idea era stata lanciata a tutti i presidenti di quartiere dall’assessore alla partecipazione e vice sindaco Paola Andreoni, il primo a raccogliere è stato il cdq Osimo Stazione con il suo presidente Mauro Bugari.
Presente parte della giunta con Paola Andreoni, Michela Glorio, Federica Gatto, Annalisa Pagliarecci, Alex Andreoli, Flavio Cardinali, il presidente del consiglio comunale Giorgio Campanari, il comandante della polizia locale Graziano Galassi, accompagnato dal suo ufficiale Buscarini, i consiglieri Tommaso Spilli, Brandoni, e Bordoni.
“In qualità di assessore alla partecipazione democratica – commenta la Andreoni - avevo invitato i presidenti dei consigli di quartiere a dedicare un consiglio ai giovani per stimolare la partecipazione attiva alla vita amministrativa. E così è stato. Una bella serata e un confronto aperto, costruttivo e cordiale. Tanti i temi trattati e le idee.
La proposta che verrà subito attuata riguarda un incontro con la Polizia Locale per conoscere le normative e le conseguenze della guida in stato di ebbrezza, tasso alcolemico e patente. Una iniziativa che vorrei allargare anche agli altri Consigli di quartiere dedicati ai giovani”.
Grande soddisfazione per il presidente del cdq che afferma “Direi buona la prima, la frazione ha risposto, se non ci fosse la partita in tv e la serata infrasettimanale il numero sarebbe stato superiore. ma i presenti hanno consentito un bel momento di confronto, con spunti molto interessanti. Una folta delegazione di ragazzi si è presentata, e hanno fatto da portavoce di tutti i giovani del quartiere” . Unica nota tonata la assenza di rappresentanti femminili.
Quello che è scaturito è che i ragazzi si trovano bene nella frazione, ma vorrebbero avere uno spazio, un locale dove riunirsi. creare una associazione di giovani, organizzare eventi per gli osimani, un luogo che deve essere anche di aggregazione e di incontro tra loro. C’è anche bisogno di altre attrattive, corsi di fumetti, arte in genere, concerti. Poi c'è la parte di attrezzature sportive, che mancano, un po’ di manutenzione, andrebbe ristrutturato il campetto, e il parchetto di via Baracca, ora terra di nessuno. Bisognerebbe al più presto renderlo fruibile. In accordo con il comandante Galassi e il suo collega Buscarini si darà avvio all’organizzazione di un corso sulla sicurezza stradale, per i giovani soprattutto, vittime e colpevoli a volte di incidenti stradali, per abuso di alcool, ma anche per tutti i cittadini.
Un bel modo di iniziare la serata, sollecitano il senso di appartenenza, Quindfi al via la proiezione di foto raccolte da un album del centro sociale pubblicato qualche anno fa, che ritraevano vecchi momenti di festa della frazione, la corsa dei carioli, la marcialonga, i carri allegorici, e alcuni personaggi del passato e del presente di Osimo Stazione che si sono distinti nello sport, nella musica e nell'arte. Questo a dimostrazione che oggi come nel passato c'è tanta voglia di fare, e la frazione, oggi come in passato è terra natia di grandi atleti e artisti.